Top

Blog

Digital Detox / Blog

Solitudine digitale

  Siamo stati ultimamente un po’ per conto nostro? Se sì, quante volte abbiamo avuto l’impulso di prendere lo smartphone per “collegarci” ed evitare il problema? Si arriva a un punto che per stare veramente bene c’è bisogno di un periodo di silenzio, un break, una rottura del quotidiano. Questo periodo sarai tu stesso a decidere quando, dove e come debba arrivare. Non è una tappa che ti devi imporre, ma un bisogno o una volontà che devi sentire nel cuore. Siamo così impegnati a scrivere le metanarrazioni sui nostri social che a volte ci dimentichiamo della bellezza della solitudine. A volte abbiamo paura di stare soli, non riusciamo a non prendere in mano lo smartphone, a guardare l’aggiornamento, l’ultima foto su Instagram. Ci sono passato pure io e a...

Share

Il medium dell’anima: il silenzio

  La scoperta di Gutenberg – la stampa – portò uno sconvolgimento nel pensiero e nell’anima della società. Lo stesso accade oggi con il medium digitale. Attraverso tale nuovo medium siamo riprogrammati, senza comprendere pienamente questo radicale cambiamento di paradigma che, in maniera abbastanza silenziosa, sta modificando in forma decisiva il nostro comportamento, il nostro pensiero e il nostro vivere insieme.   Questa cecità è la visione dei giorni nostri. Oggi ci troviamo in una crisi, in un passaggio critico del quale sembra essere responsabile la rivoluzione digitale.   Byung-Chul Han (Byung-Chul Han, Nello Sciame. Visioni del digitale, Figure Nottetempo, Roma 2016) inizia a definire in modo molto rappresentativo il nuovo modo di raggrupparsi delle persone, che egli stesso chiama “sciame digitale”. Sottolinea l’autore: “Lo sciame digitale non è una...

Share

Cos’è la sindrome da narcisimo digitale?

  Cos’è il narcisismo digitale? Potremmo dire un “io” plurimo, che si divide tra quello pubblico e quello privato, in altre parole tra quello che mostriamo e quello che effettivamente siamo. Alla base c’è un vuoto emotivo o un’insicurezza da colmare. Nel privato, nonostante tutte le connessioni che viviamo in Rete, viviamo di solitudine, di vuoti, di maschere che il digitale riesce a mettere in opera attraverso varie rappresentazioni del sé.   Abbiamo dimenticato l’ebbrezza del privato (“alone”, come si dice in inglese) ovvero quella di vivere alcuni momenti in forma privilegiata, riservata e così intimi per noi e per l’anima.     Dall’altra parte stiamo mercificando il nostro personal brand mostrando la parte più oscura, ovvero quella meta narrazione del sé svuotata, esile e povera di affetto, autostima e amore....

Share

L’era delle distrazioni digitali: l’attenzione come nuova moneta

  Distrazione: dal latino distractio, derivazione di distrahĕre, ovvero separare. Qualunque cosa distolga l’attenzione da ciò che stiamo facendo. La tecnologia ci ha dato molti doni, tra i quali decine di nuovi modi di “catturare” la nostra attenzione. Forse è meglio dire: disperdere attenzione. È difficile essere nel qui e ora mentre si parla con un amico. Anche se non siamo connessi con un device, basta sentire nell’aria una notifica che la nostra “testa” si sposta geograficamente in un altro posto. Già è successo.   Già ha un costo. Se è vero, come ha scoperto una ricerca dell’Harvard University (Vedi fonte...

Share

Come aumentare focus, energia e tempo al lavoro: la metodologia Digital Felix

  Digital Felix è la metodologia che consente di aiutare le persone a vivere il digitale nella giusta misura migliorando l’armonia della vita del singolo e della collettività.   Il concetto di armonia e giusta misura ruota intorno al focus, ovvero all’attenzione e all’energia che impieghiamo nello svolgere il “compito” della vita. Possiamo definirlo come il metodo di incremento della produttività, ideato specificamente per manager, imprenditori, consulenti e knowledge worker, per aiutarli a trovare il focus su progetti, idee e persone che contano veramente, gestendo al meglio le distrazioni digitali.   Il futuro appartiene a chi sarà in grado di accedere con la giusta energia al focus e per fare questo dovremo accedere "all’intimo” e toglierci “temporaneamente” dal rumore. Collegarci al silenzio: è lì che risiede la saggezza interiore,...

Share