[Guida Gratuita] 10 consigli per vivere una vita più sana e felice con la tecnologia

Qual è l’età migliore per dare uno smartphone a mio figlio?

Se stai cercando la conferma che smartphone e social media fanno bene ai tuoi figli, questo non è uno di quei post.

La domanda “età migliore” è una domanda trabocchetto.Ecco perché. Non ci preoccupiamo dell’ “età migliore” per le cose che sono intrinsecamente buone per i nostri figli. Ci sono centinaia di opinioni sull’età migliore e più sicura per regalare ai tuoi figli un libro, un cubo di Rubik o una palla da baseball?

Dobbiamo cercare assistenza medica da consulenti quando i nostri ragazzi passano troppo tempo a lavare i piatti, giocare in giardino o pulire il garage? Gli adolescenti diventano depressi perché passano troppo tempo in bicicletta? No, perché queste attività non sono dannose per il cervello e lo sviluppo emotivo di tuo figlio. La domanda “Qual è l’età migliore per uno smartphone è sbagliata”. Forse una domanda migliore sarebbe: “Gli adolescenti hanno bisogno di uno smartphone?

Scienza contro cultura

Nostra figlia, come un pubblico ministero ben preparato, ci ripete sempre che “morirà letteralmente senza un telefono”. Noi vogliamo renderla felice, quindi andiamo contro i nostri istinti genitoriali che ci dicono che i nostri figli sono troppo piccoli per lo smartphone. Cerchiamo quindi di confermare i nostri pregiudizi guardando sui blog, opinioni di estranei che la pensano allo stesso modo.

Per rendere gli smartphone adatti ai bambini, la società dice che tutto ciò che devi fare è:

  • Rendi il telefono meno potente e pericoloso acquistando parental control;
  • Rendi il tuo bambino più maturo intrattenendo conversazioni, firmando un contratto di comportamento telefonico o un impegno familiare e lasciandolo praticare con i social media.

Dopotutto, tutti gli adolescenti vivono online, gli smartphone sono qui per restare, quindi devono essere obbligatori per gli adolescenti. Ma queste cosiddette misure di sicurezza sono miti.

Sebbene necessaria per una linea di difesa, la prima idea (il parental control) risulta essere un cerotto e offre un falso senso di sicurezza. Gli adolescenti scoprono facilmente soluzioni alternative ed è impossibile mettere il parental control sui contenuti dei social media. Prima di optare per questa soluzione, chiedi a qualsiasi genitore delle scuole superiori se il parental control ha mai fallito (spoiler: la risposta è sì).

La seconda idea è scientificamente impossibile. Dal punto di vista medico, non possiamo forzare la maturità o accelerarla semplicemente conversando o firmando contratti con i nostri adolescenti. Ovviamente è importante comunicare spesso con i ragazzi, tuttavia le conversazioni e i contratti non cambiano il loro comportamento. Se questi metodi funzionassero, elimineremmo una serie di problemi come alcol, droghe ecc.. dall’oggi al domani.

Inoltre, la pratica dei social media peggiora le cose. A differenza della pratica di uno sport o di uno strumento musicale, praticare un’attività che crea dipendenza, come i social media, non prepara gli adolescenti a usarli con saggezza né a renderli più maturi. I dati e la scienza ci dicono che i social media danneggiano la salute mentale ed emotiva dei ragazzi in un modo misurabile: stress e ansia sono alle stelle.

I cervelli degli adolescenti non sono resistenti come quelli degli adulti e gli adolescenti hanno un controllo degli impulsi inferiore. La ricerca mostra anche che maggiore è l’esposizione a un’attività che crea dipendenza, come bere alcolici o usare i social media, maggiori sono le possibilità di un uso problematico.

Su cosa concentrarsi prima di uno smartphone

Maturità: gli adolescenti non sono maturi, ma sono ottimi attori! Solo perché vediamo segni di maturità in alcune aree della vita dei nostri ragazzi non significa che siano pronti per uno smartphone. I contenuti inquietanti non possono essere nascosti. Il tuo “apprendista adulto” ha bisogno di più tempo per maturare, fino al liceo e persino all’università, prima di sviluppare la saggezza per gestire le distrazioni dei social media e oltre. Non confondere l’intelligenza con la maturità.

Esperienze sane: gli adolescenti hanno bisogno di una varietà di hobby e attività fisiche salutari per crescere. E’ fondamentale per lo sviluppo, perseguire passatempi significativi, lavori mirati, attività di intrattenimento ed eccellenti capacità di comunicazione piuttosto che passare il tempo a coltivare una dipendenza da schermo. Il telefono diventa un’attività a basso impegno/alta ricompensa che distrae e sostituisce molte tappe e attività critiche. L’infanzia non può essere rifatta.

Attaccamento: l’attaccamento primario degli adolescenti alla loro famiglia è più importante durante questa fase di sviluppo dell’attaccamento ai loro coetanei digitali. Se ti senti come se ti stessi perdendo i tuoi figli a causa dei loro telefono, sta accadendo.

Amici: gli adolescenti hanno bisogno di relazioni con una manciata di amici intimi per il bene della loro salute mentale. I social media non soddisferanno le esperienze di amicizia. Le amicizie di tuo figlio si indeboliscono quando si trasferiscono online, rendendo gli adolescenti più soli di quanto non siano mai stati.

Accettazione: gli adolescenti hanno bisogno della possibilità di crescere senza essere feriti e rifiutati online. Il rifiuto è più dannoso durante questa fase vulnerabile e impressionabile rispetto a qualsiasi altra fase della vita. L’adolescenza è il momento peggiore per i social media.

Capacità di comunicazione: gli adolescenti devono sviluppare capacità di comunicazione faccia a faccia stando in presenza di altri umani. Inviare messaggi e pubblicare emoji non sono abilità comunicative mature o sostenibili.

Attività che non creano dipendenza: i genitori dovrebbero liberare i loro ragazzi dalla pratiche di dipendenza, in modo che possano sviluppare il loro pieno potenziale futuro. Hanno bisogno di adulti premurosi per rimuovere gli ostacoli dello schermo che ostacolano un’infanzia sana. Ricorda, il 90% di tutte le dipendenze degli adulti inizia dall’infanzia.

Protezione: gli adolescenti hanno bisogno che i genitori li proteggano anche se ciò significa prendere una posizione impopolare e contro culturale. Non è essere iperprotettivo proteggere i nostri figli in questo ambito. Gli adolescenti bramano quel tipo di amore.

Un’opzione praticabile

C’è un’opzione migliore. Come un buon allenatore, cambi il piano i gioco quando sei nel mezzo di una stagione perdente. Sostituisci lo smartphone con un telefono senza dati se è necessario un telefono e ritarda i social media a tempo indeterminato, sicuramente fino alla tarda adolescenza.

Scambia i conflitti dello smartphone per quanto segue:

  • Una vita sociale di persona: aiuta tuo figlio a fare amicizie durature ed esperienze divertenti pianificando più attività sociali a casa tua. Conosci i suoi amici.
  • Hobby non tecnologici: guida tuo figlio a scoprire nuovi hobby e a dedicare più tempo a svolgere attività non tecnologiche ad esempio lettura, sport, lezioni ecc..
  • Tempo con te: alla fine, i tuoi ragazzi bramano la tua attenzione, approvazione e amore più che su tutti i social media. Dedica del tempo a conoscere i tuoi figli

La sfida ScreenStrong gratuita è un ottimo modo per iniziare il tuo viaggio. Questa disintossicazione di 7 o 30 giorni aiuterà i tuoi figli a ripristinare le loro abitudini e tornare in pista. Amerai la pausa e lo faranno anche loro!

Conclusione

Non ho mai incontrato un genitore che desiderasse regalare uno smartphone a un figlio adolescente. La maggior parte dirà che desiderava aspettare perché è stato uno dei peggiori errori genitoriali che abbiamo mai fatto. Hanno scoperto che i rischi non valgono i benefici per gli adolescenti. E infatti, con l’aumento della depressione adolescenziale, i rischi sono seri.

Non è più necessario indovinare. I dati sono presenti e l’esperimento sugli smartphone per ragazzi non funziona. I tuoi figli non hanno bisogno di uno smartphone o di un social media. E poiché un bambino di quattro anni impiega solo pochi minuti per imparare ad usare il telefono, puoi stare certo che non verrà lasciato indietro. Hai solo una possibilità per costruire un’infanzia sana e i tuoi ragazzi hanno bisogno del tuo aiuto e della tua leadership. I tuoi figli valgono più di qualsiasi cosa, anche se questo significa andare contro la forte pressione culturale e osare essere diversi.

Photo by Creative Christians on Unsplash

Lascia un commento