[Guida Gratuita] 10 consigli per vivere una vita più sana e felice con la tecnologia

Il 1° Experience Summer Camp di educazione digitale e mondo E-sports.

Al via il primo Summer Camp 2020 dedicato all’utilizzo consapevole degli strumenti digitali e del mondo E-sports.

Abbiamo trascorso gli ultimi anni a preoccuparci della crescente quantità di tempo che i giovani trascorrono davanti agli schermi. Tuttavia, negli ultimi mesi, i bambini/ragazzi sono stati “incoraggiati” ad immergersi nel digitale come mai, prima d’ora. 

I genitori hanno cercato di utilizzare le piattaforme digitali in ogni modo possibile per garantire che i loro figli rimanessero connessi con la scuola e ai loro amici, per socializzare, giocare, imparare e condividere.

Prima del Covid-19 potevamo risultare scettici sull’apprendimento digitale rispetto all’ esperienza “tradizionale”, invece il digitale è risultato fondamentale per l’educazione dei bambini e ne sono derivati ​​molti aspetti positivi e altri negativi.

Anche prima della pandemia di COVID-19, le ricerche rivelano che l’83% dei genitori era preoccupato per il tempo trascorso dai propri figli davanti a schermi e monitor. Gli eventi recenti hanno reso questa situazione ancora più “sensibile”.

Prima del Covid-19, una ricerca ha rivelato che il 33% dei bambini trascorreva ogni giorno 6 ore e poco più davanti allo schermo e che il 67% dei genitori riferiva che i loro figli non riuscivano a praticare molta attività fisica.

In condizioni normali, i bambini beneficiano di un certo livello di attività fisica quotidiana. Camminano da e per la scuola. Giocano con i loro amici nel parco. Girano per la città con famiglia e amici. Ma questo livello di esercizio di base è stato azzerato durante la fase di blocco e dalla chiusura delle scuole.

L’importanza del gaming

Ciò ha comportato un onere enorme per i genitori per compensare questa carenza. Stanno anche “lottando” per dare il buon esempio ( i ragazzi più fortunati) su come riprendere il giusto equilibro tra “gaming” e vita sociale, reale. La ricerca ha dimostrato che i bambini imparano e sono influenzati da ciò che accade intorno a loro. 

Il supporto dei genitori è la chiave. Ma non basta. E’ difficile controllare il tempo di visualizzazione dei bambini nel migliore dei casi , in particolare quando passiamo tutti più tempo a casa.

Durante la pandemia, L’ Organizzazione Mondiale della Sanità , ad esempio, ha lavorato con le società di gaming come un modo per promuovere i principali “messaggi salutari” per un sano equilibro. Questo accade meno di due anni dopo aver identificato il gioco eccessivo come un possibile disturbo di salute . Questa collaborazione, ha “generato” un messaggio molto importante: che il gioco è un modo intelligente per mantenere la salute mentale durante un lungo periodo di isolamento sociale. Aggiungo e sottolineo, a patto che ci sia sempre un “rapporto sano, solido e sostenibile”.

Experience Summer Camp dedicato al gaming ed educazione digitale

Abbiamo bisogno di “educare”, tirar fuori, fare in modo che i ragazzi possano acquisire preziose competenze che li preparano alla “vita” digitale in un modo “nuovo” di pensare e vivere. Ecco perchè per la prima volta in Italia (ne sono fiero e grato) prenderà il via il primo Experience Summer Camp dedicato al gaming e alla educazione digitale.

Valori semplici come natura, gioco, divertimento, amicizia, emozioni, saranno gli ingredienti fondamentali per vivere una settimana nel cuore delle Dolomite del Trentino (Canazei) dal 30 giugno al 6 luglio.

Un modo innovativo per potenziare le abitudini del digitale. L’approccio sarà molto semplice. Non significa stare senza smartphone o senza “piattaforme” di gaming, bensì APPRENDERE come stare in relazione con il digitale.

“Permette ai ragazzi di giocare, imparando la “bellezza” della vita”

Sarà un’esperienza fantastica. Perché il programma e i valori che lo compongono sono fantastici. Infine ma non per ultimo, sono felice di ritornare in Trentino, la mia “seconda” regione.

Programma Experience Summer Camp E-Sport & Digital Education

Il programma del Camp sarà così strutturato:

  • Metà giornata (3 ore c.ca) verrà dedicata all’educazione digitale e all’approccio agli strumenti tecnologici, ai videogame e alle console di gioco: saranno previste anche sessioni di gioco limitate a gestire in maniera responsabile il tempo dedicato ai videogiochi e a comprendere la differenza tra un utilizzo corretto e l’esagerazione;
  • L’altra metà (3 ore c.ca) sarà dedicata alla sperimentazione di diverse discipline sportive all’aria aperta, come baseball, yoga, arrampicata, trekking, mountain bike, tiro con l’arco e molte altre. Questo perché crediamo che, in un mondo sempre più digitalizzato, l’attività motoria sia di fondamentale importanza per una crescita sana, anche dei piccoli gamers che aspirano a diventare campioni negli eSport!

Il progetto è sostenuto dalla Federazione Italiana di eSports, la Federazione Italiana Ufficiale degli Sport Elettronici.

L’ Experience Camp ( già Gazzetta Summer Camp) è organizzato da Sport & Holidays, Tour Operator specializzata in Camp Estivi per bambini e ragazzi, in collaborazione con Sport Promotion, si occupa dell’organizzazione di campus estivi sportivi per bambini e ragazzi, al mare e in montagna, in Italia e all’estero, da 36 anni.

Concludo:

Dato che il distanziamento sociale e la didattica online sono stati e saranno (probabilmente) una componente della vita futura dei ragazzi, abbiamo bisogno di nuovi modi di pensare al tempo che i giovani trascorrono nello spazio/tempo digitale. Ma soprattutto di “momenti” educativi dove insegnare ai ragazzi il sano equilibro. Avere l’abilità di potenziare il digitale.

Penso che sia un’ esperienza unica, ma soprattuto “superiore” in quanto ha la “mission” di creare un futuro migliore, partendo dall’educazione digitale dei ragazzi di oggi.

Photo by Kelli Tungay on Unsplash

Lascia un commento