[Guida Gratuita] 10 consigli per vivere una vita più sana e felice con la tecnologia

Migliora il tuo sonno per migliorare la tua leadership

Stai dando la priorità a una buona qualità del sonno? Dormire a sufficienza non solo ci fa stare bene, ma migliora la leadership, la capacità di coinvolgere altre persone, creare significato e in definitiva raggiungere i nostri obiettivi strategici. E viceversa; la privazione del sonno (anche solo di un’ora) danneggia significativamente le nostre prestazioni e ne riduce la nostra capacità di condurle in modo efficace.

Probabilmente non ti sorprenderà leggere che molti di noi non dormono abbastanza. Tuttavia, le conseguenze della privazione del sonno documentate dal mondo accademico sono abbastanza sorprendenti.
Se hai tra i 16 ei 64 anni e dormi meno di sette ore, ciò influirà sulla tua capacità di ragionamento logico, attenzione, funzioni esecutive e umore.
Nella parte più grave della scala, la mancanza di sonno può portare a depressione, ansia e sintomi di paranoia. A lungo termine, la privazione del sonno può fungere da fattore che contribuisce allo sviluppo di disturbi cerebrali come la demenza e l’Alzheimer.

le “super menti” dormono di più

Ciò potrebbe anche sorprenderti è chi dorme sette ore o anche più di un buon sonno? La risposta è: manager. In effetti, il sondaggio condotto da Potential Project insieme a Harvard Business Review di 35.000 leader e oltre 250 dirigenti di aziende globali leader ha rivelato un’interessante correlazione tra sonno e anzianità: Più le persone si trovavano in alto nella gerarchia aziendale, più dormivano.
Ci possono essere due possibili spiegazioni per questo: entrambi i dirigenti lavorano di meno – aiutati da assistenti, conducenti e manager laboriosi – e quindi hanno semplicemente più ore disponibili per dormire. Oppure i dirigenti sono più consapevoli dell’importanza del sonno e danno la priorità al riposo per sostenere alte prestazioni ed evitare il rischio di burnout.

I sondaggi qualitativi di Potential Project indicano chiaramente quest’ultimo: i dirigenti hanno la priorità di dormire a sufficienza perché sono consapevoli dei suoi effetti sulle loro prestazioni. Cees ‘t Hart, CEO del Carlsberg Group, ha detto:
“Il sonno è sempre stato fondamentale per la mia capacità di esibirsi. Soprattutto per ciò che è richiesto nel mio attuale lavoro. Ho bisogno di sette ore di sonno ogni notte. A volte i viaggi e il carico di lavoro lo rendono difficile – ne sento le conseguenze: quando dormo meno, la mia performance ne risente. ”

Il 68% dei dirigenti intermedi riesce a cavarsela in sole 5-7 ore, mentre i dirigenti hanno una media di 7,3 ore di sonno.

Quando i manager finiscono le ore del giorno, tagliano le ore notturne che dovrebbero essere riservate al riposo. I manager tendono a rimanere in piedi fino a tardi per aggiornarsi su e-mail e altre attività. Il sondaggio ha mostrato questa tendenza come diffusa e non legata al genere.
Questa tendenza pone un problema con effetti a livello di organizzazione. I leader non possono permettersi di trattare il sonno come un lusso.
La scienza ha chiaramente dimostrato un legame diretto tra dormire a sufficienza e condurre efficacemente.
I leader privati del sonno non sono semplicemente in grado di ispirare il loro team.

L’ora d’oro tra le sei e le sette

In media, i dirigenti intermedi dormono meno di un’ora rispetto alle loro controparti esecutive. E le loro menti stanno subendo le conseguenze. L’ora che “manca” è la finestra dedicata a ripristinare i processi cerebrali necessari per svegliarci riposati e rinfrescati.
Non molto tempo fa, l’essere privato del sonno era “celebrato” quasi come un distintivo d’onore a dimostrazione di quanto ci impegnassimo.
Oggi, fortunatamente, ci stiamo concentrando maggiormente sul lavoro più intelligente. Molti dei leader stanno facendo uno sforzo consapevole per invertire questa tendenza. Iniziano anche in Italia a condividere le loro sane abitudini di sonno, servendo così da ispirazione per i leader attuali e futuri.
Avere la disciplina per dormire a sufficienza ha un effetto significativo sulla capacità dei leader di salire sulla scala aziendale e (o sulla base della loro) capacità di condurre efficacemente le loro politiche di leadership.

Suggerimenti e tecniche per una buona qualità del sonno

Prenditi un momento per riflettere sulle tue abitudini di sonno. Stai dormendo sette + ore di notte? Se la risposta è no, aumentando le ore di riposo notturno molto probabilmente migliorerai il tuo benessere e aumenterai la tua produttività.
Ti suggeriamo di impegnarti con te stesso che per le prossime due settimane avrai la priorità di dormire almeno sette ore ogni notte. Siate consapevoli e notate eventuali cambiamenti nel vostro benessere e capacità di concentrazione durante le due settimane.

Iniziamo:

1. Cattura l’onda della melatonina.
Vai a letto quando inizi a sentirti assonnato. Per la maggior parte delle persone questo sarebbe tra le 22:00 e le 23:00.
La melatonina, il nostro ormone del sonno naturale, viene rilasciata dal pancreas situato in profondità nel cervello. La sensazione di sonnolenza che proviamo è l’ effetto rilassante della melatonina che ci fa sentire stanchi . Prestare attenzione a questi segnali e agire di conseguenza (cioè andare a letto quando ti senti stanco) non solo ti renderà più facile addormentarti, catturare l’onda della melatonina migliorerà anche la qualità del tuo sonno.

2. Evitare schermi per un’ora prima di dormire. Spegni la TV , lo smartphone e il laptop
almeno un’ora prima di andare a letto. Perché? Gli schermi emettono una luce blu che sopprime la produzione di melatonina. In altre parole, fa pensare al tuo cervello che è giorno e che il sole è alto, anche se sono passate ore dal tramonto e dovresti dormire profondamente ormai.

3. Evitare attività di stimolazione mentale per un’ora prima di coricarsi. Rispondere alle e-mail, lavorare su progetti dal tuo laptop o fare intense conversazioni prima di andare a letto sopprimerà anche la produzione di melatonina e ti terrà quindi sveglio. Se invece ti impegni in attività che non sono stimolanti per la tua mente, ti renderai naturalmente più facile addormentarti. Questo può essere fare una passeggiata, mettere in ordine, lavare i piatti, ascoltare musica, leggere un libro, bere una tisana calda, ecc

4. Pratica qualche minuto di consapevolezza prima di andare a letto.
Gli studi dimostrano che praticare la consapevolezza al momento di coricarsi migliora la qualità del sonno.

Ti suggeriamo di dedicare qualche minuto alla pratica della consapevolezza seduta sul tuo letto. Siediti, chiudi gli occhi e concentrati sul respiro. Inizia a lasciar andare i pensieri e usa l’espirazione per allentare qualsiasi tensione nel tuo corpo. Quindi puoi sdraiarti sulla schiena ed estendere il rilascio a pensieri e preoccupazioni, usando ancora gli espiri per lasciar andare. In questo modo puoi liberare dalla tua giornata pensieri incompiuti in modo che la tua mente non li cerchi mentre cerchi di addormentarti. Quando inizi a vagare, gira semplicemente su un fianco e addormentati.

5. Acquistare una sveglia ed espellere il telefono dalla camera da letto.
I nostri telefoni stanno rovinando il nostro sonno – e molto probabilmente hanno anche un effetto dannoso sull’intimità nelle relazioni.

Ora, sta a te fare il cambiamento o subirlo.

Photo by Pierre Châtel-Innocenti on Unsplash

Lascia un commento