[Guida Gratuita] 10 consigli per vivere una vita più sana e felice con la tecnologia

Stanchezza mentale: cos’è e come superarla

stanchezza mentale

Ti sei mai trovato in una situazione in cui le tue batterie emotive erano scariche? Hai mai avuto difficoltà a concentrarti anche sui compiti più semplici? Penso che sia successo a tutti almeno una volta. Essere stanchi non significa sempre esaurimento fisico. Una volta ogni tanto, possiamo essere colpiti da stanchezza emotiva o da stanchezza mentale.

Anche la nostra energia mentale può esaurirsi, come qualsiasi altra risorsa. Tuttavia, la buona notizia è che se riconosciamo i segni di esaurimento e agiamo adeguatamente, sarà una risorsa rinnovabile.

Può darsi che tu abbia recentemente avuto problemi a dormire e provato improvvisi dolori al corpo, abbia sperimentato un blocco mentale, notato cambiamenti significativi nel tuo comportamento…può succedere. E’ tutto ok. Può darsi che si tratti di stanchezza mentale.

In questo post tratto da Clockify, parleremo dei sintomi della fatica mentale, delle cause e delle misure di prevenzione per gestirla al meglio.

Stanchezza mentale e stile di vita moderno

In passato, la stragrande maggioranza dei lavori richiedeva uno sforzo fisico. Oggi, i lavori prevalenti sono basati sulla conoscenza e richiedono uno sforzo mentale. Di conseguenza, le persone hanno troppe cose da gestire: lunghe ore di lavoro, pendolarismo, famiglie, mutui e scadenze. Quando abbiamo continuamente a che fare con situazioni stressanti, i nostri livelli di cortisolo aumentano, e l’esaurimento mentale prende il sopravvento.

In un sondaggio del 2007, il 65,7% dei lavoratori statunitensi ha dichiarato di aver sperimentato l’esaurimento mentale al lavoro. Di conseguenza, ha influenzato negativamente la loro produttività sul lavoro. Oltre alla sua influenza sulla vita lavorativa, la stanchezza mentale influisce enormemente sulla vita sociale e privata delle persone.

Stress vs. stanchezza mentale

E’ fondamentale fare innanzitutto la differenza tra stress e stanchezza mentale. Questi due termini non dovrebbero essere usati in modo intercambiabile. Mantenere un buon equilibrio tra lavoro e vita privata può essere un compito abbastanza impegnativo. Nel processo di mantenimento di questo equilibrio – lo stress è inevitabile. Vale a dire, lo stress è innescato da una fonte esterna. Può essere a breve termine, come un ingorgo sulla strada per il lavoro, o a lungo termine – malattia cronica, divorzio, cura dei genitori anziani.

D’altra parte, la stanchezza mentale è una forma grave di stanchezza, e successivamente – un risultato dello stress a lungo termine. Può essere acuta o cronica. La prima è a breve termine e può verificarsi dopo una giornata frenetica. Se accade regolarmente e non facciamo nulla per gestirla, allora diventa cronica. La stanchezza cronica può portare al burnout – la sensazione di essere fisicamente e mentalmente esausti.

Nebbia cerebrale vs. stanchezza mentale

Come per lo stress, dobbiamo fare una differenza tra stanchezza mentale e nebbia cerebrale. Anche questi due termini non dovrebbero essere usati in modo intercambiabile. Quindi, se vi siete fatti domande come:

Ho spento il ferro da stiro?

Ho chiuso la porta a chiave?

Dov’è la mia macchina?

… hai sperimentato la nebbia cerebrale. In effetti, sono sicuro che sia successo a tutti.

Quando siamo stanchi, anche la nostra mente diventa pigra. Non riusciamo a pensare chiaramente né a ricordare anche le cose più semplici. Pertanto, questo stato mentale è chiamato nebbia cerebrale. È uno stato di deterioramento cognitivo che include difficoltà di concentrazione e di pensiero. Oltre a questo, è spesso seguito dalla perdita di memoria a breve termine.

La nebbia cerebrale si presenta come un sintomo di stanchezza mentale, ma una stanchezza prolungata che è presente per più di sei mesi. Le cause della nebbia cerebrale differiscono da caso a caso. Solo quando si identifica la causa di esso sarà possibile curarlo di conseguenza. Ecco alcuni dei più comuni fattori scatenanti della nebbia cerebrale:

  • Mancanza di sonno,
  • Cattiva alimentazione,
  • Stress prolungato,
  • Varie condizioni mediche,
  • Passare troppo tempo al computer.

Tuttavia, non è tutto così annebbiato. Quello che si può fare per evitare che questo accada è:

  • Dormire abbastanza,
  • Evitare lo stress,
  • Prendere nutrienti come le vitamine del gruppo B.

Quali sono le cause della fatica mentale?

Abbiamo già detto che l’affaticamento mentale si verifica più spesso come risultato di un’attività cognitiva prolungata e di uno stress a lungo termine. Tuttavia, è difficile definire con precisione la causalità dell’esaurimento mentale. Le cause si differenziano tra gli individui. Tuttavia, alcune sono più prevalenti di altre. Abbiamo incluso una lista delle cause più comuni di stanchezza mentale.

Stress cronico
Lo stress è una cosa quotidiana e, in piccole dosi, possiamo trarne beneficio. Può motivarci a svolgere compiti e raggiungere obiettivi. Ma l’esposizione ripetuta e incontrollata allo stress a lungo termine porta all’affaticamento mentale. Lo stress cronico ti debilita fisicamente e mentalmente, e può anche esporti a gravi malattie.

Occupazioni stressanti
Lavorare come operatore comunitario è un lavoro nobile, ma il peso del lavoro può prendere il suo pedaggio. Gli operatori di comunità danno la loro energia emotiva e fisica ai beneficiari del servizio, il che porta all’esaurimento mentale e alla stanchezza. La pandemia di COVID ha fatto sì che il 60% dei 1.209 operatori sanitari si sentisse esaurito. La stanchezza mentale compromette il loro giudizio e la capacità di rispondere adeguatamente in situazioni estreme.

Esaurimento fisico
Fare attività fisica estrema può portare anche all’esaurimento mentale. È molto comune tra gli atleti d’élite. Essi spingono i loro limiti producendo la massima potenza, velocità o forza il più a lungo possibile. Di conseguenza, sono inclini allo stress cronico e alla pressione per raggiungere i migliori risultati.

Stile di vita poco sano
Le persone con una cattiva alimentazione, mancanza di sonno e uno stile di vita inattivo possono sperimentare più spesso la stanchezza mentale.

Condizioni di salute mentale più fragili
Le persone con disturbi mentali come la depressione, l’ansia e diverse psicosi spesso sperimentano la fatica mentale. Possono anche avere a che fare con la risposta di fuga o di lotta, che può portare a un’estrema stanchezza mentale.

A soft focus of female’s feet balancing on railroad tracks

Quali sono i sintomi della stanchezza mentale?

Lo stato di stanchezza mentale può manifestarsi in diversi modi. Come per le cause, anche i sintomi della fatica mentale sono molto individuali.

Sintomi emotivi
Si riferiscono al nostro stato emotivo attuale, a come ci sentiamo e reagiamo all’ambiente. Diamo un’occhiata ad alcuni dei sintomi emotivi più comuni dell’esaurimento mentale:

  • Sensazione di ansia e panico,
  • Depressione,
  • Mancanza di motivazione e produttività,
  • Incapacità di agire o reagire a una situazione negativa o impegnativa,
  • Sensazioni di impazienza e irritabilità,
  • Costante irritabilità o rabbia.
  • Perdita di interesse per le cose che prima ti piacevano,
  • Procrastinare e mancare le scadenze al lavoro o a scuola.

Nota: Questo è solo un testo informativo. Pertanto, è fondamentale consultare uno specialista autorizzato se si inizia a sperimentare uno dei sintomi sopra elencati.

Come superare la stanchezza mentale?

È fondamentale prendersi cura della propria salute mentale. Quindi, non ignorare mai i segnali di avvertimento che il tuo corpo ti sta inviando. Non siamo nemmeno consapevoli delle cose che facciamo male e che involontariamente indeboliscono la nostra salute. Evidentemente, uno stato di disagio accumulato e prolungato può compromettere sia la vostra salute mentale che fisica. Ecco cosa puoi fare per superare la stanchezza mentale.

Ripensare le tue priorità
Lavorare sodo non significa lavorare troppo. Possiamo continuare a lavorare sodo ma trovare il giusto equilibrio per evitare l’esaurimento mentale. Secondo uno studio, il 53% degli americani dice di lasciare i propri giorni di vacanza inutilizzati entro la fine dell’anno. La ragione principale è il troppo lavoro e il sentirsi in colpa per aver preso dei giorni di vacanza. Non dovete sentirvi in colpa per andare in vacanza, a cui avete diritto per legge. Esiste per una ragione – per rilassarsi e caricare le batterie per tornare al lavoro.

Organizza il tempo delle tue attività
Se sei sommerso dal lavoro, puoi considerare di definire il tuo ambito di lavoro entro un certo lasso di tempo. In questo modo, eviterete il burnout e rimarrete produttivi. Senza dubbio, un semplice monitoraggio del tempo può aiutarti a definire il tuo scopo di lavoro e non perdere mai più le tue meritate vacanze. Inoltre, non dimenticare di fare pause regolari tra un compito e l’altro. Ti suggeriamo di provare la tecnica del Pomodoro per spezzare il lavoro in intervalli e fare brevi pause tra un compito e l’altro.

Prenditi cura della tua salute fisica e mentale
Per prendersi cura della propria salute mentale, è necessario sbarazzarsi delle cattive abitudini. Invece di mangiare zuccheri trasformati e fast food, dovresti mantenere una dieta sana. È fondamentale bere acqua – evitare la soda e i succhi di frutta commerciali. L’esercizio fisico è della massima importanza! Inoltre, non ignorare i segnali che il tuo corpo ti sta inviando – contatta un amico o cerca l’aiuto di uno specialista. Non c’è da vergognarsi.

Creare un equilibrio tra lavoro e vita privata
Mantieni un sano equilibrio tra lavoro e vita privata facendo una meritata vacanza e definendo chiaramente il tuo ambito di lavoro. In questo modo, ti salverai dal burnout. Attieniti a una routine e pianificate strategicamente le vostre attività. Anche i più piccoli cambiamenti nel nostro stile di vita possono migliorare le cose.

Concludendo

Possiamo concludere che sia la salute fisica che quella emotiva sono ugualmente importanti. E che l’esaurimento mentale ha effetti negativi sul benessere generale. Colpisce il tuo lavoro, la tua vita sociale e personale. Quindi, se notate uno dei sintomi che abbiamo menzionato in questo post, vi consigliamo di agire adeguatamente e di non ignorare mai i segnali.

Per superare la stanchezza mentale, devi migliorare il tuo stile di vita, evitare le cattive abitudini e stare lontano dalle persone tossiche. La cosa più importante è identificare il fattore di stress e liberarsene. Inoltre, se vi accorgete che ne avete bisogno, chiedete aiuto – rivolgetevi a un amico di cui vi fidate o cercate l’aiuto di uno specialista per discutere il problema.

Testo tradotto da Clockify, liberamente riprodotto e rielaborato

Photo by wirestock and freepik on freepik